Un fine settimana davvero stupendo, dal quale sarebbe stato difficile aspettarsi di più. Anche se il tempo sembrava minacciare qualche capriccio siamo riusciti a goderci sole e mare schivando abilmente ogni possibile intoppo.

L'equipaggio a bordo di SurpriseAppuntamento venerdì mattina alle 7.30 alla Darsena Acton, ora in cui io, Laura e Branca abbiamo mollato gli ormeggi alla volta di Procida: piccola sosta per ultimare i preparativi e via alla volta di Gaeta dove dopo sei ore di piacevole navigazione abbiamo accolto a bordo il resto della ciurma: Laura, Daniele, Francesca, Daniela e Marco.
Meravigliosa cena in rada al chiaro di luna, allietata dalla pasta alle zucchine del capitan Branca, che ha permesso a tutto il gruppo di conoscersi ed amalgamarsi meglio in vista della traversata notturna che avremmo intrapeso di lì a poco.
Durante la veleggiata al chiar di luna da Gaeta a Procida le onde hanno messo a dura prova gli stomaci più deboli, rendendo di fatto la prima navigazione indimenticabile! 😀

Dopo esserci debitamente riposati, per la felicità delle ragazze nella giornata di sabato ci siamo regalati tanto relax, mare e sole nella stupenda baietta della Corricella a Procida. L'equipaggio a cena da Fammivento a ProcidaMan mano che passavano le ore il vento di ponente fischiava più forte, quasi a richiamare il nostro equipaggio e la nostra barca invitandoci ad issare le vele e a goderci qualche bordo al largo di Procida. L’ormai “nostra” Surprise si è comportata alla grande come sempre, regalandoci soddisfazioni, forti emozioni e tanto sano divertimento.
In serata indimenticabile cenetta al Fammivento, proprio quello che ci voleva per ripagarci degnamente delle fatiche della giornata e della nottata precedente!

Domenica mattina sveglia presto e subito pronti per far rotta verso Gaeta e riaccompagnare i ragazzi verso casa: ancora una volta il vento l’ha fatta da padrone, regalandoci divertimento e un’altra stupenda e rilassante navigazione a vela. Pronti a goderci fino all’ultimo refolo di vento con le vele cazzatissime abbiamo costretto il povero Branca a cucinare in equilibrio precarissimo una buonissima pasta alla Norma che abbiamo consumato in rada a Gaeta.

Giunto il tempo dei saluti, grandi a abbracci e un grazie a tutti per un bellissimo week end dinamico

Alla prossima,

Filippo 😉


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.