Una crociera in barca a vela
è relax, sport e avventura alla scoperta di luoghi incantevoli, ma soprattutto

è un nuovo modo di fare vacanza, originale e mai uguale, che negli ultimi anni ha avuto grande successo. Le ragioni di questo notevole sviluppo, stanno nel piacere di vivere i ritmi dettati dalla natura dove tutto scorre lentamente, immersi nei suoni e negli odori del mare e del vento, gustando i semplici e genuini sapori della cucina mediterranea.


L’associazione velica Vela Dinamica, propone la formula “Imbarco individuale e di gruppo”, dando la possibilità di partecipare, da solo o in compagnia, ad una crociera e fare così nuove conoscenze e allacciare sincere amicizie. Ciò rende altresì possibile decidere in tutta libertà le proprie vacanze, scegliendo gli itinerari preferiti nei periodi più congeniali. Essendo poi crociere didattico/dilettantistiche, lo skipper/istruttore esperto e buon conoscitore dei luoghi che sono meta delle vacanze da proposte, darà la possibilità anche a chi non ha alcuna esperienza di navigazione, di veleggiare in tutta tranquillità fra le baie più suggestive, dove si può nuotare in acque cristalline che rispecchiano una natura incontaminata. ociazione velica ossibilità di farlo in barca ticheLa sera, quando la brezza tramonta con il sole, si cena in uno dei tanti ristorantini e taverne tipiche, senza mai tralasciare la possibilità di farlo in barca, in un pozzetto mai domo e sempre prolifico d’emozioni e sensazioni, da vivere e da cullarsi dentro, nella tranquillità d’una rada, e soprattutto nel silenzio della notte ormeggiati sotto le magnifiche costellazioni dell’estate. Come al solito però, ciò che più affascinerà durante la vacanza, sarà la magia semplice ed antica di viaggiare con il vento.

Le imbarcazioni a vela con motore ausiliario utilizzate per questo genere di crociere, dispongono di posti letto distribuiti in cabine separate con letti matrimoniali e a castello collocate solitamente a poppa e a prua di esse. I servizi igienici, dispongono di docce e lavandini con acqua calda. Nella parte centrale delle imbarcazioni si trova la “dinette” con il tavolo da pranzo, l’angolo cucina completo dei vari elettrodomestici, il “tavolo da carteggio” corredato delle carte di navigazione e relativa strumentazione (radar, gps, radio di bordo, eco-scandaglio, log, etc.). Il tutto è per volumi e spazi proporzionato alle dimensioni delle imbarcazioni. Sul ponte oltre alle varie zone prendisole trovano spazio il pozzetto con i sedili, la ruota del timone e l’attrezzatura velica. Nella parte posteriore c’è la plancia con la scaletta per scendere in acqua e la doccia esterna. Le imbarcazioni, sono fornite di tutte le dotazioni di sicurezza relative al tipo di navigazione loro consentita (Zattera di salvataggio auto-gonfiabile, giubbetti-salvagente, cinture di sicurezza, razzi e fumogeni di segnalazione, etc.).

La vita di bordo: L’esperienza insegna che l’armonia in barca, che è condizione prima ed essenziale per una serena, piacevole e rilassante vita di bordo, è frutto della reciproca collaborazione fra i croceristi imbarcati. Essa scaturisce naturalmente quando ciascuno si adopera liberamente in funzione delle proprie attitudini e predisposizioni a svolgere i compiti e le attività che gli sono più congeniali.

Rispetto: Le regole di buona educazione valgono soprattutto in barca dove gli spazi sono ristretti. L’ordine e la pulizia, sono fondamentali in una vita comunitaria e riguardano oltre la propria cabina soprattutto gli spazi comuni. In mare non si è soli, ci si può divertire anche nel pieno rispetto di chi è ormeggiato nelle nostre vicinanze.

Adattamento: L’adattamento alle varie situazioni e il rispetto delle esigenze degli altri, è essenziale per mantenere l’armonia a bordo. In mare bisogna sempre tener conto della possibilità di eventuali imprevisti: chi si imbarca per una crociera deve essere preparato ad accettare variazioni di programma e spostamento di orari.

Acqua dolce: Mai lasciare scorrere inutilmente acqua preziosa dai rubinetti. In barca non si dispone di acqua a volontà e spesso il rifornimento non può essere fatto immediatamente. E’ necessario perciò imparare ad utilizzare la minore quantità di acqua possibile, evitando sprechi. Considerando i vari bagni in mare durante il giorno, è bene prevedere solo per la sera una doccia per risciacquarsi dal sale. Per l’ulteriore risparmio di acqua dolce possono essere utilizzati i “saponi marini”, pensati appunto per docce e shampoo con acqua di mare. Per lavarsi i denti è sufficiente un bicchiere di acqua. Piatti e pentole possono essere lavati con acqua salata. A bordo disponiamo di sporte a rete (tipo quelle usate dai sub per mettere il pesce pescato) che possono essere utilizzate come rudimentali lavastoviglie: piatti, bicchieri e pentole vengono calati in mare la sera dopo cena e al mattino risultano perfettamente sgrassati.

Fumo: In barca è vietato fumare sottocoperta, è consentito solamente all’aperto e “sottovento” agli altri. I mozziconi di sigaretta non vanno gettati in mare: non sono biodegradabili ed impiegano anni a decomporsi. Utilizzare una bottiglietta di plastica con un dito di acqua per ottenere un posacenere ermetico.

Rifiuti: E’ buona norma soprattutto in barca ridurre al minimo i rifiuti. Non sempre si hanno a disposizione i cassonetti per la raccolta dei rifiuti e si potrebbe essere costretti a conservare i rifiuti prodotti anche per alcuni giorni. Suddividere sempre i rifiuti biodegradabili al 100 % (il fresco) da quelli indifferenziati. E’ Il fresco che nel decomporsi genera gli odori sgradevoli, questo una volta separato dagli altri rifiuti può essere gettato in mare aperto durante la navigazione lontani dalle coste.

I prezzi: delle crociere comprendono la sistemazione in cabina doppia, l’assistenza dello skipper e l’uso di tutte le attrezzature di bordo (tender e fuoribordo). Sono escluse la cambusa, il carburante, i rifornimenti di acqua dolce e le spese portuali, per saldare queste spese, viene costituita una cassa comune dai partecipanti alla crociera. Tali spese, variano in funzione del periodo di crociera e dell’itinerario proposto. In linea di massima l’importo di tali spese può aggirarsi intorno ai 15 euro al giorno. Il vitto dello skipper in barca e a terra è altresì a carico dei croceristi.

Consigli e suggerimenti per chi viene in barca a vela

Bagaglio: Il bagaglio deve consistere dello stretto necessario, evitando cose superflue. Ciò renderà più agevole il vostro viaggio per raggiungere il luogo di imbarco e, a fine crociera, il rientro a casa. Non meno importante è tenere presente che le cabine dispongono di armadietti, dove sistemare il proprio guardaroba, di dimensioni rapportate a quelle di una imbarcazione. Ricordiamo che in barca si indossano, soprattutto in estate, quasi esclusivamente costumi da bagno, magliette e calzoncini

Suggerimenti su cosa portare:

Un paio di calzoni lunghi
Due paia di calzoni corti
Magliette (T-shirt)
Una maglia a maniche lunghe
Un maglione o pile per la sera
Una giacca a vento leggera (K-way)
Costumi da bagno
Biancheria intima
Due paia di calze
Scarpe chiuse con suola di gomma (non nera)
Un asciugamano per acqua salata
Un asciugamano per acqua dolce
Sacco a pelo e federa per il cuscino (su richiesta verranno fornite lenzuola e coperte)
Prodotti per l’igiene personale: spazzolino da denti, dentifricio, salviettine umide, shampoo e bagno schiuma “marini” etc.
Creme solari e doposole
Occhiali da sole
Cd musicali preferiti
Cappello con visiera/fazzoletto da testa (a protezione dal vento e dal sole)
Medicinali specifici (personali). In ogni barca esiste in dotazione una cassetta di pronto soccorso con lo stretto necessario. Se occorre portare con se collirio, repellente per insetti, prodotti contro il mal di mare, antinfiammatorio, antipiretico, antidiarroico, antistaminico
Documenti di identità validi per l’espatrio se si va all’estero

Raccomandazioni: La borsa non deve essere la classica valigia rigida ma morbida o in alternativa un borsone poco ingombrante e facilmente stivabile. L’elettricità è preziosa quanto l’acqua. L’impianto elettrico a bordo e a 12 volt e non a 220 (a meno che non si sia ormeggiati in porto attrezzato). Cellulari, macchine fotografiche, telecamere, computer, lettori mp3, etc. vanno ricaricati in navigazione quando l’imbarcazione procede a motore. L’abbigliamento deve essere pratico e sportivo. In mare l’irraggiamento solare è amplificato dal riverbero del mare. E’ pertanto facile scottarsi, portarsi protezioni adeguate. In navigazione, ma soprattutto in manovra, è opportuno calzare scarpe con suola di gomma per evitare di inciampare sulle attrezzature di coperta o scivolare. Informare all’imbarco lo skipper in merito a: particolari problemi clinici (allergie a farmaci, intolleranze alimentari, etc.). Problemi di acquaticità (paura dell’acqua, paura di andare sott’acqua con la testa, non saper nuotare. )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *